Indagine sul paesaggio: Dune du Pilat

Questo progetto indaga l’identità dei luoghi, gli aspetti visivi che compongono un paesaggio e le particolarità che lo rendono unico.
La Dune di Pilat è il soggetto: la duna di sabbia più estesa d’Europa.
In un primo momento c’è stata la presa fotografica diretta, scattando fotografie su pellicola diapositiva che in seguito è stata inserita all’interno di light-box. Poi utilizzando materiali presi dalla stessa duna come rami e sabbia, è stato ricostruito in studio un modellino in scala della Duna il quale è stato usato per la realizzazione di fotogrammi in camera oscura. Lo scopo è quello di creare un dialogo tra molteplici tecniche, quella della fotografia diretta e quella di finzione, il colore e il bianco/nero, il positivo e il negativo, l’uso dell’apparecchio fotografico e la sua negazione. questi elementi sono stati adottati per capire e indagare l’identità della Duna du Pilat partendo proprio dal materiale fisico che la compone.
E’ stato possibile realizzare questo progetto fotografico grazie al finanziamento della Fondazione Gajani di Bologna nel 2017.

DUNA-COLORE / 4 Light-box in legno 20x20x8, diapositiva 6×6

DUNA – COLORE /1 Light-box in legno 40x40x8, 3 diapositive 6×6

DUNA-ORIGINE / 3 Fotogrammi 50×70, carta baritata


DUNA / Fotogramma, carta baritata, 50×70

DUNA- FORESTA / Fotogramma 50×70, carta baritata


DUNA-ALBERO / Fotogramma 20×30, carta baritata